Trading online

Quando si parla di trading online a cosa ci si riferisce? Con l’articolo di oggi vogliamo farti comprendere nel dettaglio in cosa consista questa attività, qual è il suo funzionamento, e le migliori piattaforme dove poterlo fare. 

Negli ultimi tempi avrai sentito il nome di questa attività un po’ ovunque. Molto di quello che si dice è falso, per esempio che sia una truffa, ma c’è anche della verità: è possibile ottenere dei profitti che ti permettano di essere l’imprenditore di te stesso. 

Trading online: cos’è

Per trading online si intende una pratica di investimento fatta sui mercati finanziari attraverso internet. Per farlo acquisti o vendi dei prodotti finanziari attraverso delle piattaforme in cui segui i mercati. 

Le piattaforme ti vengono messe a disposizione dai broker online, degli intermediari finanziari. I prodotti su cui puoi investire possono essere:

  • Azioni
  • Materia prime
  • Indici di borsa
  • Opzioni 
  • Obbligazioni 
  • Fondi di investimento
  • Mercato Forex (Valute)
  • Criptovalute

Il trading online, essendo una attività speculativa presenta sempre una dose di rischio che dovrai sempre tenere in considerazione quando ti muoverai su di un asset. 

Come fare trading online

Per iniziare a investire con il trading online devi seguire alcuni passi: 

  1. Accedi ad una piattaforma di contrattazione
  2. Seleziona l’asset di tuo interesse su cui vuoi puntare
  3. Aprire la tua posizione al rialzo o al ribasso 

Se sei dell’idea che un asset vedrà il suo valore salire, allora ti converrà aprire una posizione che sia al rialzo su di esso. Nel caso tu pensi che il valore calerà, sarà più conveniente che la posizione sia al ribasso. 

Questo è possibile perché il trading online è quasi sempre trading CFD. Questi verranno descritti meglio nel prossimo paragrafo. 

Quando vorrai terminare la tua operazione ti basterà cliccare su “chiudi” e la tua posizione aperta verrà chiusa. 

Trading online: CFD

I CFD sono un strumento derivato che è l’acronimo per Contracts For Difference, in italiano i Contratti Per Differenza. 

Come anticipato, il trading online è quasi sempre trading CFD perché i broker online sono broker CFD. Vale a dire che permettono di operare solamente con questi strumenti derivati. 

I CFD replicano l’andamento dell’asset sottostante. Se compri CFD Amazon, il loro valore replicherà in ogni momento quello delle azioni Amazon. 

Con i CFD non acquisti direttamente l’asset che ti interessa, ma vai a negoziare sul suo valore, ed hai la possibilità di farlo sia al rialzo che al ribasso. 

Questi strumenti derivati ti permettono di entrare nei mercati finanziari anche avendo a disposizione capitali più bassi, perché è possibile adoperare la leva finanziaria. 

i CFD sono scambiati generalmente sui mercati OTC, Over The Counter. La posizione che apri su questi mercati ha una durata di 24 ore e superato quest’orario dovrai versare una somma, il tasso di overnight, al broker con cui hai fatto l’operazione per mantenerla aperta. 

Trading online: cosa ti serve

Per fare trading nel miglior modo possibile ti serviranno:

  • Un computer o smartphone con una connessione ad internet sicura e stabile
  • Una piattaforma di trading da cui accedere. Vuol dire che dovrai creare un account e aprire un conto con il broker che preferisci. 
  • Un capitale iniziale con il quale cominciare a fare i tuoi primi investimenti. 

Riguardo alla connessione a internet è importante che ti assicuri della sua stabilità per non trovarti in difficoltà quando fai un’operazione. Inoltre deve essere anche sicura per proteggere i tuoi dati. 

Diffida quindi dai Wi-fi pubblici perché metteresti a rischio la tua sicurezza informatica e di trader. 

La piattaforma di trading che sceglierai deve soddisfare le tue richieste e devi controllare che sia in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie per non incorrere in sanzioni legali. Un broker autorizzato dall’entità competenti ti impedisce di incontrare delle truffe. 

Il capitale con cui iniziare a fare trading non deve essere per forza elevato, ma può partire da cifre anche molto piccole a seconda del deposito minimo che il tuo broker chiede. 

Con questo capitale aprirai un conto reale, ma puoi anche decidere di iniziare da un conto demo. Questa tipologia di conto ti permette di operare attraverso dei capitali virtuali, ossia senza ottenere profitti ma anche perdite. 

Un conto demo è ottimo per fare pratica in sicurezza e quando ti sentirai pronto potrai effettuare un deposito aprendo quello reale. 

Conto demo

Come detto, un fare trading attraverso un conto demo è uguale a quando lo si fa attraverso un conto reale, ma con alcune differenze. 

Il broker scelto ti fornirà il denaro virtuale sul conto demo per poter operare e ogni volta che sarà finito ti ricaricherà. 

Le operazioni che effettui su un conto di questo tipo non influenzano il mercato in maniera reale. Puoi vedere come si comportano le tue operazioni e scoprirne gli effetti che avrebbero nella modalità reale. 

Praticando in questo modo non correrai alcun rischio ma avrai i tuoi capitali al sicuro. 

Tieni presente che alcuni broker ti permettono di utilizzare la loro modalità demo soltanto dopo che avrai fatto un deposito iniziale, come precauzione per dare questa possibilità soltanto ai traders davvero interessati. 

Trading online: come praticare

A livello pratico per fare trading online devi:

  1. Innanzitutto scegliere su cosa vuoi negoziare. Questa è la tua scelta più importante per praticare e non devi farla senza pensarci. Infatti, molti che iniziano scelgono un asset casuale perché vogliono solo investire, ma non devi fare così. Devi essere sicuro sull’asset su cui vuoi aprire una posizione perché sei convinto che salirà o scenderà di prezzo. 
  2. Fare una previsione sull’asset. Dopo che hai scelto su cosa puntare, devi cercare di capire se nel tempo il suo valore aumenterà o calerà. Il trading online ti dà la possibilità di investire in entrambi i casi. 
  3. Adesso puoi aprire la tua posizione attraverso la piattaforma di trading. Se la tua previsione dice che l’asset crescerà allora devi aprire una posizione “Compra”. In caso contrario una posizione “Vendi”. 
  4. Quando lo riterrai opportuno dovrai chiudere la posizione cliccando su “Chiudi”. 

Muoversi sulla piattaforma di trading

Dopo che ti sarai iscritto al broker che ha attirato la tua attenzione potrai muoverti al suo interno. Tutti i broker possiedono una lista di asset negoziabili, che sono divisi per categorie. 

Dopo che avrai selezionato un asset potrai vederne il grafico in tempo reale. In questo modo puoi controllare come si è evoluto il prezzo nel corso del tempo e nel momento in cui lo stai studiando. Inoltre, sui grafici puoi applicare gli indicatori tecnici per fare un’analisi. 

Tutti i broker ti mettono in primo piano anche la situazione sul tuo conto trading. Qui vengono indicati il capitale che hai a disposizione e quanto si stai investendo effettivamente nelle posizioni aperte. 

Per aprire una posizione devi scegliere l’asset su cui vuoi negoziare e il tipo di posizione. Se vuoi comprare o vendere devi cliccare su “Compra” o “Vendi”. Dopo questa operazione vedrai la finestra del tuo ordine su cui puoi impostarne i parametri. 

Questi sono generalmente:

  • Vendi/Acquista: determina il tipo di posizione aperta
  • Nome titolo
  • Investi/Ordina: la prima opzione ti fa investire immediatamente, mentre “Ordina” dà l’ordine al broker di acquistare o vendere in un tempo futuro
  • Importo: selezioni quanto capitale utilizzare
  • Stop Loss: permette di impostare un livello di perdita massimo dopo il quale il broker chiuderà automaticamente la posizione
  • Take Profit: imposta un obiettivo di profitto che se raggiunto farà chiudere la posizione. 
  • Leva finanziaria: ti permette di investire su alcuni asset con numeri più alti rispetto alle reali possibilità del tuo capitale.

Trading online: broker

La scelta del broker è fondamentale per poter iniziare ad ottenere dei possibili profitti. In questa guida ti descriveremo alcune delle migliori presenti nel mondo del trading online. 

Tutti i broker che descriveremo sono sicuri e riconosciuti dagli enti regolatori riconosciuti a livello europeo. Per quanto riguarda il territorio italiano l’ente di controllo è CONSOB, e i broker iscritti al suo albo permettono di operare legalmente in Italia e in Unione Europea. 

eToro 

Il primo broker di cui vogliamo parlarti è eToro. Si tratta di una piattaforma cipriota che è riuscita nel tempo a conquistare più di 10 milioni di utenti grazie alle sue qualità. 

eToro è in possesso delle certificazioni e autorizzazioni CONSOB e CySEC che garantiscono agli utenti di non incorrere in truffe e di poter operare legalmente sui mercati. 

Alcune delle caratteristiche che hanno attirato i traders sono la sua semplicità di utilizzo, e gli strumenti che mette a disposizione. 

Innanzitutto con eToro, a differenza della maggior parte dei brokers, è possibile investire in maniera diretta su di un asset attraverso l’opzione Real Stocks. 

Un altro strumento molto versatile di questa piattaforma è il suo sistema di trading automatico, il Copy Trading. Questo modo di investire ti permette di copiare alla lettera gli investimenti fatti dai migliori traders presenti sulla piattaforma. 

In questo modo puoi iniziare ad ottenere dei possibili profitti anche se non hai ancora le conoscenze adatte ed abbassare la tua percentuale di rischio. 

Un’altra caratteristica di eToro è il suo Social Trading. Per comprenderlo ti conviene immaginare il broker come un vero e proprio social network, in cui gli utenti hanno una loro pagina profilo da cui possono condividere opinioni e considerazione sugli asset del momento e i mercati. 

Infine, questa piattaforma mette a disposizione in maniera gratuita un conto demo da cui poter fare pratica senza avere rischi e testare le qualità di eToro prima di passare ad un conto reale. 

Trade.com

Ultimo broker ad essere descritto è Trade.com. Si tratta di un broker che fa della sua semplicità di utilizzo un cavallo di battaglia. 

Sul lato sicurezza Trade.com è iscritta all’albo CONSOB e i capitali dei suoi utenti sono al sicuro dalle truffe. Con questo broker puoi operare nella legalità su tutto il territorio europeo. 

Con Trade.com puoi scegliere tra due piattaforme di trading: 

  1. WebTrader (piattaforma proprietaria)
  2. MetaTrader4, piattaforma completa e sicura utilizzata dagli esperti di investimento.

La piattaforma proprietaria messa a disposizione è facile da adoperare per chi è agli inizi e ti fornisce molte informazioni importanti per pianificare i tuoi futuri movimenti.

Trade.com ti permette di iniziare ad operare dopo un deposito minimo molto basso rispetto alla concorrenza, solo 100 euro. 

Inoltre, se desideri testarne le qualità, anche Trade.com, al pari dei due broker descritti precedentemente, ti permette di aprire un conto demo gratuito da cui puoi testare le tue strategie di trading. 

Trading online: conclusione

Giunti alle conclusioni di questa guida si può capire come le numerose opinioni sul trading online che puoi trovare sul web siano discordanti. Alcune dicono che si tratti di una truffa, mentre altre che sia un modo per fare soldi rapidamente senza impegnarsi. 

La verità sta nel mezzo. Si tratta di un’attività che può regalare grosse soddisfazioni ma per farlo bisogna praticarla con costanza e pazienza, senza perdersi d’animo nelle possibili perdite iniziali. 

Le storie di coloro che sono riusciti a rendere il trading un’attività remunerativa sono tante, e si tratta appunto di persone che vi dedicano molto tempo e studio.

Il miglior modo per praticare in sicurezza, come abbiamo scritto più volte, è quello di adoperare fino a quando non ti sentirai pronto un conto demo gratuito. In questo modo terrai al sicuro i tuoi capitali per le operazioni reali che condurrai. 

investment stockbroker stock market trading
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin