Migliori azioni da comprare: la top 5 dei pesi massimi sui mercati azionari (+1)

Le migliori azioni da comprare sono titoli finanziari che presentano tutte le caratteristiche necessarie a soddisfare non solo le esigenze di un investitore sul lungo termine ma anche di uno sul breve termine. Di cosa si tratta?

Nell’elenco che segue non verranno elencati solo titoli che potrebbero vivere un mese di follia e poi spegnersi: non prenderemo in considerazione le one night stand dei mercati finanziari, ma quei titoli che hanno fatto e continueranno a fare storia, restando punti di riferimento per gli investitori in tutto il mondo.

Sei alla ricerca di occasioni uniche, di rally al rialzo o al ribasso che ti permettano di ottenere buoni profitti in tempi ridotti? Bene, allora controlla l’andamento di questi titoli, perché sono queste azioni quelle che vorrai comprare.

Vuoi sapere, invece, quali azioni potranno registrare incrementi sorprendenti nei prossimi 10 anni? Ancora meglio, perché questi 5 titoli hanno dinanzi a sè un roseo futuro. Controlla il momento migliore per comprarle e inseriscile nel tuo portafogli.

Con questo ti vogliamo dire che le 5 a seguire sono le migliori azioni da comprare sempre: a prescindere dai tuoi obiettivi o dal tuo stile di trading, questi asset li vorrai includere nel tuo portafogli.

Alla fine troverai anche una sesta proposta che ti sorprenderà: una delle migliori azioni da comprare per il lungo periodo.

Migliori azioni da comprare: la top 5 parte da Amazon

Non sorprende affatto che al primo posto ci sia lei, la regina indiscussa dell’e-commerce: Amazon.

Tra le tante azioni esistenti al mondo, Amazon è tra le poche a racchiudere l’essenza del sogno americano: grow big, grow fast e, sopratutto, be hungry be foolish.

Fidati quando affermiamo che in futuro verranno publicati bestseller dell’imprenditoria su come una società come Amazon sia riuscita a rivoluzionare radicalmente la realtà e la società. La sua diramazione di business, il suo modello imprenditoriale e l’efficacia con cui Amazon riesce a soddisfare di volta in volta le esigenze di un pubblico di consumatori sempre più affamato di novità sono alla base di un successo che non vedrà facilmente un tramonto.

Le azioni Amazon non rilasciano dividendi, questo è vero, ma il loro valore è in costante crescita da oltre un decennio, presenta una stagionalità regolare ed è facile da analizzare grazie ai numerosi dati che circolano su internet e agli altrettanto numerosi studi pubblicati da professionisti.

Questo rende le azioni Amazon un titolo che non può mancare in nessun portafogli finanziario, tanto di professionisti quanto di principianti. E a tutti gli amazon-scettici è sufficiente ricordare l’ipocrisia del proprio giudizio: non vi è persona al mondo che non usufruisca di almeno uno dei tanti servizi Amazon.

2- Google/Alphabet: perchè è una delle migliori azioni

Al secondo posto non poteva mancare Google/Alphabet, il re dei motori di ricerca. Si tratta di un colosso dalle proporzioni immense, un pilastro della cultura contemporanea e uno dei titoli tecnologici più solidi di sempre.

Anche Google, come Amazon, non rilascia dividendi ai propri azionisti ma questo svantaggio è compensato a pieno dalle prestazioni del titolo, anch’esso caratterizzato da una stagionalità regolare e da un incremento costante nel corso degli anni.

Speculare su azioni Google è tanto proficuo quanto puntare al lungo periodo e le solide prestazioni delle azioni sono supportate da un continuo e costante avanzamento dei suoi prodotti.

Google non si occupa solo di fornire uno dei motori di ricerca più complessi e utilizzati al mondo: con l’81% del traffico internet mondiale, la società da sola permette il sostentamento della maggior parte della internet economy odierna e questo si riflette negli utili in costante e mostruosa crescita.

Non c’è niente altro da aggiungere, in realtà: Google/Alphabet è un titolo da inserire nel proprio portafogli, indifferentemente dal proprio grado di esperienza. Studiandone la stagionalità, anche le operazioni di speculazione possono portare a ottimi risultati.

3- Tesla: il genio sregolato di una delle migliori azioni

Si passa ai trasporti e il futuro di questo settore ha in realtà un solo nome: Tesla, aka Elon Musk. Si sono avute numerose opportunità per valutare quanto Elon Musk sia diventato sempre meno un imprenditore e sempre più un market mover futuristico e… sopresa: non c’è droga migliore per i mercati finanziari che la promessa di un futuro ancora più innovativo.

Le azioni Tesla si classificano al terzo posto solo in quanto non posseggono un azionariato tanto solido quanto quello di Amazon e Google e, per questo motivo, sono ancora soggette a fluttuazioni di mercato relativamente irregolari e ad una stagionalità non sempre costante.

Detto questo, il titolo si presta tanto ad operazioni sul lungo termine, classificandosi al primo posto tra le azioni da comprare per chi attua strategie di growth investing, quanto ad operazioni speculative.

Per queste ultime, tuttavia, è necessaria un po’ più di esperienza in virtù della irregolarità della successione dei trend dell’asset: se si vuole speculare su azioni Tesla bisogna studiare bene il momento e il grafico del titolo.

Detto questo, non vi è alcun dubbio tra gli analisti che le azioni Tesla in futuro affronteranno rialzi ben più significativi di quelli finora avutisi. Serve altro per inserirla nel proprio portafogli?

4- Apple: il post-Jobs è comunque tra le migliori azioni da comprare

Dopo la morte di Steve Jobs l’hype su Apple è diminuito non di poco e sono iniziati ad emergere tutti gli scandali relativi all’obsolescenza programmata. A complicare la situazione vi è il fatto che il mercato degli smartphone si sta saturando a ritmi molto veloci, lasciando sempre meno margine di crescita ai leader di settore come Apple.

Ma rimane una delle migliori azioni da comprare? Assolutamente si, e la motivazione non è tanto dissimile da quella di Tesla: nonostante sia morto il suo storico fondatore, la Apple continua ad avere in sè il germe della sregolata genialità del proprio fondatore e la società è estremamente solida.

Così come Google e Amazon, anche Apple si presta sia ad operazioni sul lungo termine che ad investimenti speculativi: stagionalità regolari, un calendario economico ben definito e il potenziale innovativo dei suoi prodotti la rendono un must to have.

5- Alibaba: dalla Cina con furore

Alibaba è una società cinese di e-commerce. Se non ti si è illuminata la lampadina ora, aspetta di leggere questo altro dato: in Cina vivono 1,4 miliardi di persone (oltre il 18% della popolazione mondiale). Ti è più chiaro adesso?

Il mercato cinese è il mercato dei record: non solo è il maggiore tra i mercati emergenti, ma è anche il secondo al mondo per liquidità, il primo per produzione e il maggior mercato interno del pianeta.

Alibaba è l’unica società che può concorrere con Amazon per impatto e capacità e l’abbiamo posizionata al 5° posto solo in quanto il mercato cinese è ancora acerbo e le fluttuazioni del titolo sono ancora prive di un pattern ben preciso. Questo significa che per le operazioni di speculazione è necessario avere esperienza con gli investimenti.

Per il lungo termine? 

Non c’è alternativa, in realtà: Alibaba è un’azione da comprare. I suoi fondamentali solidi e la crescita a ritmi vertiginosi la rendono indubbiamente una delle migliori azioni cinesi da comprare.

+1) Philip Morris: non solo tabacco

Philip Morris potrebbe stupirti: per quale motivo investire in una società che opera in un settore verso cui il mondo sta conducendo una lotta spietata. Le lotte al fumo hanno portato milioni di fumatori ad abbandonare le loro abitudini, questo non porterà Philip Morris a perdere terreno?

Affatto: Philip Morris non si occupa solo della distribuzione di tabacco e sigarette, ma anche della produzione delle sigarette elettroniche, delle iqos e delle tante soluzioni per smettere di fumare.

Inoltre, come i dati pubblicati dal OMS fanno notare, il numero di fumatori non è affatto diminuito nel corso degli anni: in alcune nazioni come l’Inghilterra si è avuto un calo di fumatori, ma in altre come Cina, Russia, Belgio e Grecia, i fumatori sono aumentati.

Philip Morris presenta fondamentali propri di un leader di settore e la sua capacità di adeguarsi alle variazioni delle esigenze di mercato la rendono una società proiettata al futuro a dispetto del settore in cui opera.

Che altro dire? Philip Morris è una delle migliori azioni da comprare per chi è interessato a costruire portafogli sul lungo periodo e i dividendi che rilascia periodicamente costituiscono un importante valore aggiunto.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin