Le azioni Alphabet

Alphabet è stata fondata come holding nel 2015 e controlla Google. Negli ultimi mesi è stata protagonista di uno strepitoso rally in borsa, che la addirittura vista sovraperformare il NASDAQ. Le azioni di Alphabet, infatti, hanno messo a segno un progresso del 170% dai minimi del marzo 2020, salendo da poco più di 1.000 dollari fino agli attuali 2.700.

Il titolo è anche il quinto al mondo per market cap. L’azione è quotata sul NASDAQ e capitalizza complessivamente oltre 1.800 miliardi di dollari. La sua capitalizzazione è inferiore di poche decine di miliardi rispetto a quella di Amazon ed Aramco, che la precedono in questa particolare classifica.

Il “P/E ratio”, ossia il rapporto fra valore del titolo ed utili si assesta in area 33.

Quando si parlava dei cosiddetti FAANG sul Nasdaq ovviamente compariva di fatto Anche Alphabet. Non sotto la lettera “A” (occupata da Amazon ed Apple), ma con la “G”, in quanto il titolo era precedentemente quotato come Google. Il ticker di Alphabet in borsa, infatti, è rimasto “GOOG”.

Analisi azioni Alphabet

Le azioni di Alphabet, come la gran parte di quelle del NASDAQ hanno messo a segno importanti rialzi negli ultimi anni. Questa corsa prosegue in maniera relativamente costante, basti pensare che dal 2014 in poi l’azione ha sempre chiuso in positivo il bilancio annuale, con la sola eccezione del 2018, dove ha fatto registrare un modesto -0,81%. Per contro, nel 2015 ha guadagnato oltre il 46%, mentre nel 2019 e nel 2020 ha guadagnato rispettivamente il 27 ed il 28%. Di fatto anche la pandemia non ha fermato – se non per qualche settimana appena – la crescita di Alphabet. Lo scenario non sembra cambiare nemmeno nell’anno in corso. Infatti, nei primi sette mesi del 2021 le azioni di Google hanno guadagnato oltre il 50% sulla borsa americana.

Analisi tecnica Alphabet

Il trend di fondo per le azioni di Alphabet appare ancora fortemente impostato al rialzo. Le ragioni sono varie. Senz’altro la principale sono i solidi numeri di bilancio del gruppo, anche se i recenti rally sono stati favoriti anche dal trend generale di mercato, ancora positivo. La grande liquidità presente sui mercati, poi, ha fatto il resto.

Operativamente, nelle ultime sedute abbiamo assistito ad un nuovo spunto rialzista. Le azioni di Alphabet (Class C) hanno rotto al rialzo i precedenti massimi collocati in area 2.650 dollari, trovando subito la forza per accelerare verso nuovi massimi storici a 2.750 dollari. Questo anche per via di grandi aspettative sui numeri di bilancio, stimati ancora in crescita.

In caso di correzioni del mercato, l’area 2.650/2.660 dollari potrebbe essere vista a questo punto come un primo supporto per le azioni di Alphabet, mentre una successiva zona da monitorare potrebbe essere identificabile in area 2.575 dollari per azione. Il trend di fondo appare ancora saldamente positivo, ma dopo tali rialzi non sono ovviamente da escludere fisiologiche prese di profitto anche per le azioni di Alphabet.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin