Johnson & Johnson

Johnson & Johnson è un’azienda americana fondata sul finire dell’Ottocento ed operativa nel settore medico e dei beni di consumo confezionati. Ha un rating creditizio estremamente solido, pari ad AAA. Il titolo è fra i componenti dello storico indice Dow Jones Industrial Average. Johnson & Johnson nel 2021 è stata collocata al 36° posto nell’elenco di Fortune relativamente alle maggiori aziende americane per fatturato.  Nel 2020 Johnson & Johnson ha realizzato un fatturato superiore agli 80 miliardi di dollari.

Al momento la capitalizzazione di borsa è nell’ordine dei 420 miliardi di dollari, dopo aver toccato dei massimi a ridossi dei 500 miliardi di dollari nel mese di agosto 2021. Il price/earning ratio, ossia il rapporto fra utili e rendimento è in area 24.

Analisi tecnica Johnson & Johnson

Le azioni di Johnson & Johnson hanno raggiunto durante la scorsa estate un massimo in area 180 dollari, per poi consolidare lateralmente, ritracciando verso i 160 dollari. Al momento, però, il trend di lungo termine appare ancora positivo, anche se la forza rialzista ha perso – almeno in parte – intensità, con la correzione pocanzi menzionata. Pesano senz’altro anche i timori relativi al sempre più imminente tapering della Federal Reserve, che implicherebbe una riduzione della liquidità in circolazione. Inoltre, l’emergenza sanitaria derivante dal Coronavirus sembra avviarsi verso una conclusione, anche se non è detto che l’impegno dell’azienda nella produzione dei vaccini sia destinato a ridursi.

Ripercorrendo la storia del titolo, notiamo come avesse già superato quota 150 dollari per azione prima dello scoppio del Covid, per poi crollare sotto quota 120 nel marzo 2020. Ne è seguita una progressiva ripresa, con il titolo Johnson & Johnson che già sul finire di aprile (quindi nemmeno due mesi più tardi) si riaffacciava sopra quota 150 dollari per azione.

Nell’ottobre 2020 è arrivata una nuova ondata ribassista, che ha fatto scivolare il titolo sotto i 140 dollari, prima di un nuovo impulso rialzista derivante dai vaccini, con un piccolo rally verso un nuovo record storico oltre i 170 dollari a fine gennaio 2021. I mesi seguenti sono stati caratterizzati da una lateralizzazione delle azioni di Johnson & Johnson. L’impulso rialzista di agosto ha spinto il titolo ad aggiornare nuovamente i massimi storici a 179,3 dollari, prima di una nuova correzione verso gli attuali 160 dollari.

I primi supporti sono al momento collocati in area 153, 156 e 157,5 dollari. Una rottura di questi valori potrebbe aprire spazio per altre discese delle azioni di Johnson & Johnson. Viceversa, avremo segnali positivi con un recupero di 167 e 172 dollari per azione.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin