Indice Azionario Nasdaq

L’indice Nasdaq negli ultimi anni ha ripetutamente aggiornato nuovi massimi storici. Anche dopo la crisi derivante dalla pandemia è stato fra i più reattivi nel recupero. Nel marzo 2020 l’indice era sceso in area 7.000 punti. Una manciata di mesi dopo, però, il Nasdaq tornava sopra quota 10.000 punti. Il merito è stato in gran parte delle principali aziende del settore tecnologico. Fra queste il cosiddetto FAANG, ossia le azioni di Faceboon, Amazon, Apple, Netflix e Google, oggigiorno denominata Alphabet.

Nonostante il quadro complessivo di difficoltà dell’economia nella fase di lockdown, queste aziende sono riuscite a incrementare i loro ricavi. Durante i lockdown imposti dai governi per contrastare il Covid-19 i titoli del settore informatico hanno conseguentemente messo a segno imponenti rally.

A spingere al rialzo il NASDAQ sono senz’altro state anche le politiche delle banche centrali, particolarmente accomodanti. Di fatto il settore tecnologico ed informatico ha beneficiato sia di crescenti ricavi che della maggiore liquidità presente sul sistema.
Il trend positivo è proseguito in questi mesi, portando l’indice a quota 14.700 punti nell’estate 2021, grazie ai continui rally delle azioni di Amazon, ormai ampiamente sopra i 3.500 dollari, con una capitalizzazione di mercato record vicina di 1.900 miliardi di dollari.

Oltre alle prospettive di guadagno, quali sono però i rischi per chi vuole comprare le azioni del NASDAQ?
Spesso i multipli sono elevatissimi. Le aziende capitalizzano valori stratosferici se rapportati con ricavi ed utili. Alcuni analisti hanno pertanto sollevato timori di una bolla sul comparto tecnologico americano.

Inoltre, una notevole fetta delle azioni che compongono questo listino non stacca dividendo. Si tratta di un dettaglio non da poco in una fase in cui le banche centrali paiono destinate ad iniziare il processo di tapering, con una conseguente riduzione della liquidità presente nel sistema, cui farà verosimilmente seguito un rialzo dei tassi di interesse.

Nonostante ciò, non mancano senz’altro le occasioni di acquisto sul NASDAQ, un indice con colossi come Amazon o Apple, ma anche con numerose aziende ancora in forte crescita.

Stock Market Trader Desk
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin