Comprare azioni Amplifon: cosa c’è da sapere sull’azienda

Comprare azioni Amplifon, è sicuramente un investimento con un ottimo potenziale di ritorno futuro considerata la notorietà del marchio, per poterlo però dire con certezza occorre inoltrarsi più in profondità per conoscerne meglio la genesi e le informazioni più rilevanti. Per un investitore è cruciale essere in possesso delle giuste informazioni, questo permette di poter confrontare rischi e benefici e prendere la decisione migliore. Dato il basso prezzo delle azioni è sicuramente un acquisto da considerare dato l’alto potenziale di crescita. In questo articolo andremo ad approfondire:

Comprare azioni Amplifon: cosa c’è da sapere sull’azienda?

1 Amplifon: in borsa oggi

1.1 Amplifon: modello di business

1.2 Profitti e Perdite di Amplifon

1.3 Amplifon: Partners e competitors del gruppo.

1.4 Amplifon: le figure chiave

1.5 Il sentiment dei lavoratori dell’azienda Amplifon

1.6 Livello di indebitamento di Amplifon

1.7 La RoadMap societaria

2 Investire in Azioni Amplifon

3 La quotazione Amplifon

4 Storico quotazioni Amplifon

5 Dividendi azioni Amplifon

7 Amplifon: Investire sul suo andamento o comprare l’azione?

Amplifon: in borsa oggi

 

 

Amplifon Modello di Business

Amplifon è un’azienda italiana fondata nel 1950 attiva nel campo della commercializzazione e applicazione di apparecchi acustici. Uno dei principali vantaggi competitivi del gruppo è la personalizzazione del prodotto. Il modello di busin ess del gruppo è quello che possiamo definire di nicchia in quanto interessa solo una porzione ben definita di clientela. L’azienda ha numerosi partner strategici di tipo tecnologico, commerciale e istituzionale. Gli studi dell’azienda hanno dimostrato che i loro prodotti hanno una durata nel tempo di circa 4-5 anni dopo di che vanno sostituiti questo permette di acquisti periodici da parte degli utenti generando un flusso costante. Amplifon dispone di vari canali oltre quelli digitali tra cui una fitta rete sul suolo nazionale di punti vendita. Il gruppo tratta varie tipologie di strumenti in cui divide i suoi settori commerciali, vediamo insieme nello specifico quali sono:

  • Apparecchi acustici
  • Cellulari
  • Cuffie
  • Telefoni
  • Orologi e sveglie
  • Sistemi di sicurezza

Il nome Amplifon è diventato nel tempo una realtà molto conosciuta grazie anche all’alta qualità dei prodotti offerti e ad un efficace marketing.

COMPRA AZIONI AMPLIFON SU LIQUIDIX CLICCANDO QUI

Profitti e Perdite di Amplifon

Se stai valutando l’idea di comprare azioni Amplifon questa analisi ti aiuterà a chiarirti le idee. Un’analisi approfondita della struttura di un’azienda passa necessariamente per l’esame dei suoi risultati finanziari. Tali dati sono infatti cruciali per determinare il potenziale di crescita futuro di un gruppo e il suo andamento generale. In questo modo sarà possibile delineare i reali volumi economici del settore in questione e gestirli a proprio vantaggio. Nello specifico del gruppo Amplifon nel 2017 l’utile netto era di 100,478 milioni di euro. Nel 2018 invece l’utile del gruppo è stato di 100,41 milioni di euro. Nel 2019 l’utile netto del gruppo è di fatto salito chiudendo l’anno solare a 108,524 milioni di euro. Nel 2020 il fatturato del gruppo ha subito un lieve calo chiudendo a 101,062 milioni di euro. Nel 2021 in fine l’utile netto del gruppo alla fine dell’anno ammontava a 157,843 milioni di euro. Nel complesso il trend si mostra rialzista nel corso del tempo.

Partner e Competitors del gruppo

Molto importante per determinare un ulteriore aspetto del valore di un’azienda è lo studio degli altri gruppi attivi nello stesso settore. Tale confronto ci permette di mettere in luce i punti di forza e i punti di debolezza di un gruppo in relazione ai bene o servizi offerti in maniera analoga dagli altri gruppi. Questa analisi ci permetterà di delineare come l’azienda possa collocarsi in futuro sul mercato finanziario. I partner di cui un gruppo si avvale ci danno l’effettiva misura della sua capillarità e organizzazione. Vediamo insieme dunque i principali partner del gruppo Amplifon:

  • Nokia
  • Huawei
  • Schneider Electric
  • PWC
  • ADB
  • IE University
  • ElectroLux
  • Wipro

Il settore in cui è attivo il gruppo Amplifon, è di impiego quotidiano sia per aziende che utenti privati. Come sappiamo infatti è il mercato a fare l’offerta, di conseguenza più un bene o un servizio sarà richiesto, più valore sarà possibile attribuirgli. Vediamo insieme dunque i principali competitor del gruppo Amplifon:

  • Miracle-Ear
  • com
  • HEARINGLife
  • Interton
  • Phonak
  • ReSound
  • Oticon

Amplifon le figure chiave:

Altra tappa molto importante nel corso di un’indagine analitica è considerare i vertici di un’azienda. Le compagnie non sono infatti fatte di soli numeri piuttosto dietro ogni decisione, partnership o acquisizione c’è la mente della dirigenza aziendale da cui spesso dipendono i successi o gli insuccessi di un gruppo. Conoscere da vicino inoltre queste persone e i loro trascorsi professionali ci permette di capire quale sia il calibro dei collaboratori dell’azienda e come essi si pongano in relazione alle diverse iniziative. Nel caso del gruppo Amplifon possiamo definire sicuramente come figure chiave il CEO Enrico Vita e il chairman Susan Holland.

Enrico Vita è un dirigente italiano classe 1969 è amministratore delegato del gruppo Amplifon dal 2015. In passato ha lavorato per il celebre gruppo Indesit dove è restato per 20 anni coprendo vari ruoli chiave è inolte consigliere d’amministrazione di Elica e Ariston Thermo Group.

Susan Holland è una donna d’affari e miliardaria italo-britannica classe 1956 nel 2018 Bloomberg ha stimato il suo patrimonio personale in 2,3 miliardi di dollari.

Il sentiment dei lavoratori dell’azienda Amplifon

Una volta esaminata la parte esterna di un’azienda occorre esaminare quella interna. Esistono vari modi per farlo uno di questi è misurare il sentiment dei lavoratori del gruppo. Tale dato è indicatore dello stato di salute interno del gruppo che dipende direttamente dal suo motore trainante ossia i lavoratori. Avere dipendenti e soddisfatti permette di aumentare la produttività e di far sì che la missione dell’azienda sia anche la loro missione. Le aziende ogni anno perdono migliaia di dipendenti capaci e qualificati per via di trattamenti non idonei o altro. Nel caso specifico di Amplifon il gruppo conta oltre 16,000 dipendenti. Nel complesso si definiscono abbastanza soddisfatti in quanto avere alle spalle una multinazionale così affermata nel settore permette di avere solidità del proprio posto di lavoro e dunque di poter avere le basi per fare progetti futuri.  Un punto negativo evidenziato da buona parte dei dipendenti riguarda le poche possibilità di carriera che sembrerebbero essere solo ad appannaggio di pochi inoltre molti sottolineano come tale lavoro sia piatto e privo di stimoli. In conclusione possiamo notare come il sentiment dei lavoratoti sia piuttosto stratificato.

Livello di indebitamento di Amplifon

Questo dato è molto importante se si vuole conoscere il rovescio della medaglia. Tale parametro infatti se sovrapposto al dato sui fatturati permette di estrapolare il reale livello di esposizione di un gruppo in relazione alle obbligazioni in circolazione che la società deve garantire con relativi interessi anche in caso di mancato raggiungimento dei propri obiettivi finanziari. Inoltre questo dato ci permette di capire il grado di solidità dell’azienda in chiave futura. Dunque per un’azienda è molto importante avere un apparato fiscale puntuale e attento che mantenga il livello di indebitamento sempre su un livello accettabile o addirittura assente. Nel caso specifico del gruppo Amplifon nel 2017 il debito era di 149,677 milioni fi euro. Nel 2018 il debito del gruppo Amplifon è calato a 153,31 milioni di euro. Nel 2019 invece il debito del gruppo è salito a 177,091. Nel 2020 l’azienda ha recuperato parzialmente terreno assestando il proprio debito a 163,402 milioni di euro. Nel 2021 in fine il gruppo ha chiuso con 246 milioni di euro di debito.

La RoadMap societaria:

Il gruppo Amplifon come specificato è un’azienda leader del settore specialmente sul suolo nazionale. Nel tempo il gruppo si è distinto per unicità e per una graduale e progressiva estensione di servizi e prodotti. Inizialmente il gruppo trattava solo apparecchi acustici nel tempo ha però aggiunto al proprio catalogo una serie di servizi che le hanno permesso di crescere ulteriormente. Per esempio il gruppo ha sviluppato una linea di cellulari dedicati alla terza età con le medesime applicazioni dei comuni smartphone ma con modalità di utilizzo semplificate per permettere anche alle persone più in là con gli anni di restare in qualche modo connessi e non sentirsi messi da parte. Questa politica basata sull’inclusività ha fatto acquisire un ulteriore credibilità nei confronti della propria missione e come questa non sia basata sul mero fatturato. L’azienda ha destinato investimenti massicci ai propri dipartimenti di ricerca e sviluppo per far sì che il gruppo resti competitivo generando sempre nuove soluzioni al passo con i tempi e ottimizzando il più possibile quelle già esistenti.

Investire in Azioni Amplifon

A questo punto del nostro articolo ti starai sicuramente domandando come investire in modo sicuro in azioni Amplifon. Bisogna considerare vari fattori quando si decide di iniziare la propria avventura di trading. Il primo è sicuramente capire è se vorrai acquistare azioni vere e proprie oppure i CFD (Contratti per differenza) quindi speculando sull’andamento del prezzo. Fatto ciò dovrai decidere se vorrai acquistare l’azione intera oppure un frammento dell’azione stessa, ovviamente perché ciascun investitore deve fare il passo secondo la propria gamba, in ultimo ma non per importanza, c’è la scelta del broker con cui andrai a lavorare. I mercati finanziari sono infatti sia ricchi di opportunità che si insidie. Noi di investire azioni ti aiuteremo a scegliere con cura il broker adatto alle tue esigenze mettendoti a riparo da spiacevoli sorprese. La comodità deve essere uno strumento di borsa nella propria watchlist. Infatti il broker eToro ti permetterà di poter raggruppare tutte queste caratteristiche su un unico portale. L’azienda eToro è infatti regolamentata a norma di legge e sicura per investire sia in azioni, sia in frammenti di azioni, sia in CFD. Inoltre con eToro potrai esercitarti su di un account DEMO potendo testare l’infinita gamma di asset disponibili e la sua piattaforma di ultima generazione. Inoltre eToro ti offre la possibilità di iniziare con un minimo di deposito di 50$, Che aspetti?

Clicca qui per registrarti gratuitamente su eToro.

La quotazione

Dividendi azioni

Il dividendo sarebbe quella porzione di utili che una società distribuisce ai propri azionisti al termine dell’esercizio. Il cosiddetto “stacco” del dividendo viene approvato dall’assemblea su indicazione degli amministratori della società. Il gruppo Amplifon nello specifico, paga dividendi su base annuale ai propri azionisti.

Investire sul suo andamento o comprare l’azione?

Come abbiamo specificato prima hai due modi per investire sulle azioni, in questo caso Amplifon. Puoi sia comprare azioni vere e proprie oppure andare a speculare sui CFD, ossia i contratti per differenza, che permettono una duplice possibilità di guadagno permettendoti di sfruttare a tuo vantaggio le fluttuazioni di mercato sia al rialzo che al ribasso. Per scegliere quale delle due opzioni sia più adeguata alle tue esigenze, bisogna intanto considerare il capitale che vorrai destinare all’operazione. In questo caso in fatti parliamo di un’azione il cui prezzo è molto contenuto, in altri casi un’azione intera ha un valore molto superiore e non tutti hanno la possibilità di acquistarla per intera. Altro punto di differenza sta nelle tempistiche dell’investimento. Comprare azioni reali permette di non dover costantemente operare sul proprio conto e di mantenere un atteggiamento “da cassettista” come si dice in gergo che consiste nell’acquistare l’azione per rivenderla solo quando il prezzo sarà salito consistentemente, il che a volte può richiedere anni o addirittura non accadere mai. Con i CFD si ha la possibilità di un trading più dinamico che permette di intervenire mediante l’uso dell’effetto leva (tale strumento è un moltiplicatore del proprio valore d’acquisto), lavorando anche su frame temporali molto ridotti addirittura di pochi minuti fra apertura e chiusura del medesimo ordine. In conclusione possiamo dire che il titolo Amplifon mostra una stabilità duratura nel tempo e una crescita tutto sommato regolare questo fa di lei un asset interessante da avere nel proprio portafoglio. Ti raccomandiamo come sempre di non investire somme che non puoi permetterti di perdere e di valutare l’acquisto di azioni Amplifon anche in relazione agli altri strumenti finanziari già esistenti nel tuo portafoglio. Sicuramente Amplifon è un’azienda sulla quale vale la pena investire e che offre ampie potenzialità di ritorno futuro oltre alla solidità del marchio stesso.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin